Resilienza: resisto dunque sono

Come stai vivendo questo periodo post pandemia?

Come affronti lo stress e le situazioni problematiche?

La risposta a queste domande potrebbe essere un’indicazione di quanto sei resiliente.

Che cos’è la resilienza?

In psicologia la resilienza definisce la capacità delle persone di riuscire ad affrontare gli eventi stressanti o traumatici e di riorganizzare in maniera positiva la propria vita di fronte alle difficoltà.

In altre parole la resilienza consente l’adattamento alle avversità della vita.

In questi mesi molti di noi hanno affrontato nuove sfide, personali, lavorative, economiche, emotive.

Questa pandemia ci ha tolto dall’oggi al domani certezze e routine consolidate.

Tutti abbiamo dovuto rimetterci in gioco e in discussione quanto meno per alcuni campi della nostra vita.

Certo è normale pensare di doverlo fare di fronte ad una pandemia!

Ma anche in condizioni normali, la vita ci può presentare una serie di avversità: relazioni che finiscono, delusioni d’amore, disoccupazione, licenziamenti, fallimenti, crisi economiche, crisi familiari…

Molto del modo in cui ci comportiamo di fronte a queste avversità ha a che fare con il nostro atteggiamento.

Guardiamoci intorno!

Credo che ognuno di noi potrà notare tra amici e parenti le reazioni diverse e alle volte opposte alle sfide presentate dalla pandemia.

L’atteggiamento e il dialogo interiore fanno la differenza.

#Leggi anche NON SONO AMMESSI PENSIERI NEGATIVI

Chi tende ad avere un pensiero catastrofico e negativista si sarà sentito sopraffatto, i pensieri negativi possono facilmente attivare il centro della paura nel nostro cervello e creare risposte comportamentali ansiose.

È probabile invece che coloro che se la sono cavata bene abbiano una mente flessibile e generalmente abbiano la capacità di coltivare pensieri positivi e cercare soluzioni piuttosto che abbattersi di fronte alle avversità.

Le caratteristiche delle persone resilienti

Essere resilienti è una caratteristica innata dell’essere umano.

Lo possiamo facilmente intuire se guardiamo a come gli uomini abbiano la capacità di adattarsi bene a situazioni oggettivamente drammatiche come incidenti, lutti, calamità naturali e traumi in genere.

Essere resilienti non significa essere invincibili.

Anche chi è resiliente prova dolore e tristezza e può sentirsi sopraffatto dai momenti no della vita, soprattutto quando questi avvengono in più campi contemporaneamente,come spesso accade.

Le persone più resilienti spesso mostrano caratteristiche particolari:

#Impegno

Ovvero la tendenza a dedicarsi alle attività che si intraprendono cercando di dare il meglio.

#Locus of control interno

Ovvero la convinzione di poter intervenire sugli eventi che si verificano nella vita e poter modificare le situazioni con le proprie azioni.

#Flessibilità

Ossia la capacità di accettare i cambiamenti ed essere disposti a modificarsi quando necessario.

#Regolazione emotiva

Il bagaglio di strategie e comportamenti messi in atto per regolare le emozioni provate in un dato momento.

Da dove viene la resilienza?

Tutti gli esseri viventi, di fronte agli stimoli, si adattano o muoiono: gli unici che contemplano una terza possibilità, quella di auto commiserarsi, sono gli esseri umani.

La resilienza è una capacità innata dell’essere umano, che naturalmente tende ad adattarsi alle nuove situazioni anche se avverse, ma l’ambiente gioca un ruolo fondamentale.

Alcune persone sembrano non possedere questa capacità e si abbattono di fronte alle difficoltà senza riuscire a reagire.

La teoria della resilienza afferma che non è la natura delle avversità o della situazione difficile a fare la differenza, ma il modo in cui le affronti. 

Non si tratta di raccontare la tua storia, ma di come hai reagito alla tua storia e di come ti ha trasformato.

Quello che fa la differenza è la prospettiva.

È il modo in cui vedi i fallimenti che determina se reagirai al meglio o se ti lascerai sopraffare!

Quando non riesci a raggiungere un obiettivo come reagisci?

Te la prendi perché non è andata come pensavi?

Oppure cerchi di rileggere cosa è successo per comprendere cosa ha funzionato e cosa no, così da poter riprovare tenendo presente gli errori passati?

La resilienza è quella capacità che ti permette di non vivere gli insuccessi come totali fallimenti ma come esperienze che ti porteranno domani, a fare meglio di oggi e a cercare nuove modalità più efficaci.

#leggi anche MEGLIO PROVARCI E FALLIRE: 3 MOTIVAZIONI VALIDE PER NON MOLLARE.

La resilienza è un’abilità e come tale può essere appresa.

E’ possibile allenarla ma come tutti gli allenamenti richiede un impegno consapevole.
Vuoi sapere come?

Seguici sui nostri social e leggi i nostri articoli del Blog; il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone ad imparare a vedere la vita da una prospettiva più positiva, sana e funzionale al raggiungimento dei propri obiettivi personali e dei propri sogni!

Vuoi avere informazioni dettagliate?

Contattaci

A presto!!!

MENTORING RESOURCES SRL

SEDE LEGALE
Viale Cristoforo Colombo, 11 54033
Marina di Carrara (Ms)

P.IVA IT01359470455
seguici su

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9:00 alle 19:00
oppure scrivici una mail a:
info@mentoringresources.org
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this